Conad Scherma Modica

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Storia

E-mail Stampa PDF

La Scherma Modica é stata fondata nel Novembre del 1984 dal Maestro Giorgio SCARSO con l’intento di promuovere la Scherma nella città di Modica .

Nell’anno 1984/85 la società dà inizio all’attività promozionale organizzando un corso per i ragazzi delle scuole elementari di Modica e concludendo tale iniziativa con una esibizione di alcuni atleti provenienti da diverse società schermistiche siciliane. L’iniziativa del corso gratuito per i ragazzi delle scuole elementari, visto il successo riscontrato, viene riproposto annualmente e diverrà, negli anni successivi, il canale principale di reclutamento dei giovani schermidori.Nello stesso anno la società si affilia, con circa 20 ragazzi, alla Federazione Italiana Scherma e da questo momento inizia l’attività ufficiale. Per proseguire l’attività si trasferisce dalla palestra dell’Istituto Magistrale "G.Verga" in un fatiscente locale del Castello di Modica trasformato, nel tempo, con l’aiuto dei soci , nella sala scherma più grande e meglio attrezzata di tutto il Sud Italia.

Nell’anno 1985/86  al nucleo iniziale di atleti se ne aggiungono altri 10: diventa così 30 il numero dei tesserati. In quest’anno la società si affaccia all’attività agonistica ottenendo per la prima volta un titolo regionale nella categoria Allievi Spada svoltosi a Mazara del Vallo con Luca RIZZA. Nello stesso anno la società inizia a darsi una struttura organizzativa che le permette di offrire ai giovani un sodalizio idoneo alla crescita socio-sportiva. A dirigere la società viene eletto un gruppo di genitori e a Presidente il Dott.Guglielmo CARTIA che conserverà tale carica fino al Giugno del 1998.Da quest’anno la società inizia la gestione del CAS che negli anni si affermerà come "uno dei meglio organizzati in Sicilia". Al Centro confluiscono ragazzi provenienti da tutte le fasce sociali interessate alla pratica sportiva e all’attività motoria di base; fra questi molti proseguono con l’attività agonistica.

Dall’inizio dell’annata agonistica 1986/87 l’attività viene svolta per 3 volte la settimana con programmi ben definiti e la società comincia ad avere l’immagine di un sodalizio ben organizzato e capace di interessare oltre alle famiglie degli atleti, l’ambiente socio-politico cittadino. Iniziano a giungere una serie di risultati in ambito regionale. A livello Nazionale, ci si affaccia nell’attività agonistica sia a livello giovanile che assoluto.

Nell’anno 1987/88 il numero degli atleti arriva a 50. L’attività agonistica vede la società impegnata sia in campo regionale che nazionale e porta a Modica 5 titoli Regionali e buoni piazzamenti a livello Nazionale.

 

Nell’anno 1988/89 altri atleti si aggiungono a quelli dell’anno precedente, portano il numero totale di atleti a 60. Viene integrato il corpo docente con due insegnati di Educazione Fisica per l’attività motoria, un Istruttore di Scherma ed un tecnico delle armi per la manutenzione dell’attrezzatura. L’attività agonistica cresce in modo esponenziale portando a Modica altri 8 titoli regionali ed i primi finalisti in gare di Gran Prix a livello nazionale.

Nell’anno 1989/90 la società si aggiudica ben 10 titoli regionali e diversi piazzamenti a livello nazionale. La Scherma Modica viene chiamata ad organizzare, per la prima volta in provincia di Ragusa , una gara ufficiale di Scherma e lo farà ottenendo un grandissimo successo di pubblico e di critica sportiva. I Campionati Regionali organizzati quell’anno a Modica sono stati la chiave di volta nell’organizzazione delle gare in Sicilia. Da quel momento ogni riferimento e paragone viene riportato a quell’evento. Nell’attività agonistica nazionale per la prima volta gli schermidori iblei giungono in finale nella gara a squadre del Campionato Italiano Giovani, specialità fioretto maschile. Avviene anche l’accordo di sponsorizzazione quinquennale con la Puma Trasporti che segna un ulteriore momento di crescita per la società. Da adesso la società parteciperà all’attività agonistica con la denominazione di "Puma Trasporti Scherma Modica"

Nel 1990/91 cresce ancora il numero degli atleti che giunge a 72 e fra questi un gruppo inizia a partecipare all’attività agonistica assoluta con buoni risultati. La società è impegnata su tutti i fronti, senza trascurare l’aspetto organizzativo a livello sociale, ed inizia ad acquisire quella personalità che la porterà ad essere sicuramente il punto di riferimento dello sport locale. Grazie al successo dell’anno precedente la Scherma Modica viene incaricata di organizzare un’altra prova federale a livello Regionale. Detti campionati si svolgono a Ragusa ed in quella occasione vengono invitati, per una esibizione, i due olimpionici Mauro NUMA ed Andrea CIPRESSA: questo evento sarà un eccellente esempio di promozione e diffusione dello Sport. I titoli Regionali conquistati dagli atleti Modicani sono 11 e a livello Nazionale arrivano i primi finalisti nel Gran Prix. L’anno si conclude con l’assegnazione da parte del CONI Provinciale di Ragusa della Targa d’Oro.

Nel 1991/92 si ha un ulteriore incremento del numero di atleti (76). Questo può considerarsi l’anno del definitivo lancio della società al di fuori dei confini regionali. Gli schermidori Modicani iniziano a vincere nelle varie prove di Gran Prix Nazionale, dove, per la prima volta, un atleta ibleo raggiungerà il gradino più alto del podio nella classifica generale; poi diversi finalisti ai Campionati Italiani Giovanissimi in varie categorie e il secondo posto generale nella classifica per società al Gran Premio Giovanissimi.

 

Il 1992/93 vede aumentare ancora il numero dei partecipanti e di questi oltre la metà gareggia a livello nazionale nelle categorie "Giovani" ed "Assoluti". Molti di questi atleti ottengono risultati di prestigio. E' l’anno magico della scherma siciliana, in quanto per la prima volta, grazie alla scherma Modica, gli atleti siciliani vincono 3 "Gran Prix" Nazionali e il primo titolo Italiano (Fabrizio DI GUARDO nella cat. Ragazzi Spada Maschile). A quanto sopra va aggiunto che la Scherma Modica comincia a vincere Trofei di prestigio nella varie competizioni come: "Città di Venezia", "Città di Lucca", "Città di Foggia", "Città di Salerno". L’annata si conclude con la vittoria nel Campionato Italiano Giovanissimi e nel Gran Prix Nazionale.

Nell’anno 1993/94 la società conta 96 atleti impegnati nell’attività agonistica. Anno record di vittorie di tappa del Gran Prix Nazionale. Delle 11 prove disputate, la Società ne vince 9: Frascati, Jesi, Foggia, Salerno, Piombino, Pistoia, Lucca, Messina e Venezia. L’attività agonistica vede settimanalmente impegnati gli atleti Modicani in tutta Italia, con risultati sempre più interessanti che portano la Scherma Modica ai vertici del movimento schermistico giovanile nazionale. Oltre all’attività agonistica la società è impegnata sempre nella promozione e diffusione dello sport e viene incaricata dal Comitato Regionale della FIS di organizzare ben 3 prove regionali a Modica, cosa che fa ottenendo un grande successo di pubblico e di immagine. A fine anno si contano 18 i titoli regionali nelle categorie Cadetti, Giovani ed Assoluti; mentre a livello Giovanissimi 2 titoli nazionali, 6 Vicecampione d’Italia e 8 terzi posti a livello nazionale.

Nell’anno 1994/95, giungono a 106 i praticanti della Scherma Modica, sempre grazie ai corsi promozionali. Per la prima volta 2 atleti modicani, Alessandro NOTO e Lorenzo CAVALLO, vengono convocati tra gli azzurrini, prima per gli allenamenti collegiali e poi per partecipare ad una gara di coppa del mondo under 20. Nel contempo gli atleti delle fasce giovanili continuano a mietere successi a livello regionale e nazionale e non vi è finale di qualsiasi gara a livello nazionale che non veda tra i protagonisti un Modicano. Nell’anno, scaduto il contratto con la Puma Trasporti, la società stipula un nuovo accordo di sponsorizzazione con la CONAD SICILIA e di conseguenza gareggia come CONAD SICILIA SCHERMA MODICA. Si ottengono a livello individuale 21 titoli regionali, 2 titoli nazionali, 7 Vicecampione d’Italia, 8 terzi posti nazionali, 5 Vittorie nel Gran Prix. La società ritorna sul gradino più alto del podio nel Gran Premio Giovanissimi.

118 sono gli schermidori che gareggiano per la Scherma Modica nell’anno 1995/96. All’intensissima attività agonistica a livello regionale e nazionale si aggiungono gli impegni internazionali che vedono la società presente a Salisburgo in una gara giovanile(dove i quattro atleti modicani si classificano ai primi 4 posti), a Bratislava e a Tauber CdM-20(con l’accesso alle finali). Nelle gare nazionali, a livello individuale, da rilevare un titolo Gran Prix individuale e 3 Titoli Italiani. La società mantiene il titolo nel Gran Prix Nazionale , e rivince il Gran Premio Giovanissimi.

Nel 1996/97  aumenta ancora il numero dei praticanti, facendo risultare in tal modo Modica una delle città con il maggior numero di schermidori e con un rapporto praticanti/abitanti fra i più alti al mondo. L’attività agonistica vede la società impegnata su tutti i fronti. Oltre all’attività federale partecipa a degli appuntamenti a livello internazionale e nel Dicembre del 1996 è presente a Mosca al torneo Internazionale "Città di Mosca". L’annata si conclude con la vittoria della società nel Gran Prix Nazionale e nel Gran Premio Giovanissimi e con l’organizzazione del Meeting Internazionale denominato "Barocco Ibleo" a cui partecipano 5 atleti provenienti da Budapest. Individualmente nel 1996/97 da rilevare 2 titoli Italiani e 2 vittorie nel Gran Prix.

Il 1997/98 si apre la stagione con l’organizzazione di uno stage tecnico per la nazionale under 20 di spada maschile, che per la prima volta è ospite in Sicilia. A livello internazionale, la partecipazione al Torneo "Città di Budapest" di 12 atleti Modicani, dà l'avvio alla stagione. A livello nazionale l’attività inizia con il Campionato Italiano Cadetti che vede la CONAD SICILIA SCHERMA MODICA società prima classificata. L’attività prosegue con i vari appuntamenti e si conclude con la vittoria nel Gran Premio Giovani (titolo Italiano mai prima conquistato da una società siciliana) e nel Gran Prix Nazionale; individualmente sono da segnalarsi le tre vittorie nl Gran Prix. La società è chiamata ad organizzare il Campionato Regionale Giovanissimi, occasione nella quale è stato inaugurato il Palazzo dello Sport di Modica.Nel mese di Luglio la Scherma Modica partecipa al Torneo Centro Americano di fioretto svoltosi a San Salvador in El Salvador, aggiudicandosi oltre alla gara il consenso e la stima della collettività italiana presente in Centroamerica. L’organizzazione dei Campionati Italiani Maestri di Scherma (gara particolarmente vissuta in quanto fungeva da selezione per la partecipazione ai Campionati del Mondo Maestri di Scherma) è l’occasione per far conoscere al contesto schermistico italiano le potenzialità organizzative della Conad Sicilia Scherma Modica. Al termine della stagione vi è stato un avvicendamento al timone della società e mentre il Dott. Guglielmo CARTIA, dopo ben 12 anni di dirigenza, veniva per acclamazione nominato Presidente Onorario, all'unanimità veniva eletto Presidente della società l'Ing. Giovanni SAVARINO.

A seguito del rinnovo del contratto di sponsorizzazione con la CONAD a partire dall’anno 1998/99 la società gareggerà sotto la denominazione di CONAD SCHERMA MODICA. Questo è l'anno in cui, per la prima volta, gli atleti Modicani conquistano titoli Italiani in categorie al di fuori del Gran Premio Giovanissimi. Mentre il titolo individuale nella categoria "Allievi Spada Maschile" e i secondi posti assoluti per società nel Gran Prix e nel Gran Premio Giovanissimi confermano la società ai vertici nazionali nell'ambito giovanile, sono particolarmente da sottolineare i tre Campioni Italiani nelle categorie "Cadetti Fioretto Maschile", "IV Categoria Fioretto Maschile" e "Senior Fioretto Maschile". Questi ultimi risultati, assieme ad una serie di prestigiosi piazzamenti, portano la CONAD SCHERMA MODICA per il secondo anno consecutivo a vincere il "Gran Premio Giovani" e soprattutto a raggiungere il podio del Gran Premio Italia. Il terzo posto nella graduatoria assoluta per società consacra la Conad Scherma Modica nell'élite dello sport Italiano e premia il duro lavoro di quasi un quindicennio. Ancora: la partecipazione costante ai circuiti di coppa del Mondo under 20 (prove di: Parigi, Jesi, Budapest, Pistoia, Vienna, Palermo, Burgsteinfurt, Como, Venezia, Tauber, Catania e Aix en Provance), la convocazione di Peppe DI MARTINO come titolare ai Campionati del Mondo Cadetti (conseguenziale raggiungimento di quello che era l'obbiettivo naturale per l'evoluzione tecnica di questa società). Con tutto ciò alla CONAD SCHERMA MODICA può riconoscersi quell'esperienza di altissimo livello che ne garantisce saldamente la presenza nel panorama schermistico Internazionale.

La stagione 1999/2000 per la Conad Scherma Modica si apre con l' inserimento nel corpo docente degli istruttori Eugenio Migliore e Giancarlo Puglisi, cresciuti schermisticamente nella società modicana. La convenzione firmata con la Presidenza del Consiglio dei Ministri inoltre arricchisce l'organizzazione della società della presenza di tre obiettori di coscienza, che prestano il servizio civile in sala scherma,svolgendo un importante lavoro di supporto, rivolto sopratutto alle fasce giovanili.
Passando all'attività sportiva, non si può non ricordare "l'invasione" della sala da parte di ben 60 bambini iscritti all'annuale corso scolastico, importante strumento di reclutamento e diffusione sportiva che mai come quest'anno aveva richiamato tanti ragazzi in Sala Scherma. Come da anni ormai, tale iniziativa ha dimostrato la sua assoluta validità nel momento in cui, alla fine dei mesi di prova, ben 28 bambini hanno deciso di proseguire l'attività schermistica. L'attività agonistica inizia a Settembre con la preparazione atletica,con il ritiro sul Gran Sasso. Già da ottobre prende il via un' incessante calendario di gare internazionali che porteranno gli schermitori modicani under 20 ad essere presenti nei circuiti di coppa del mondo di fioretto maschile, fioretto femminile e spada maschile. Sono stati ben 17 gli appuntamenti internazionali che hanno visto la presenza di almeno un atleta della contea. Accanto all'attività internazionale si è svolta l' attività nazionale in tutte le categorie (Campionati Italiani, prove Open, prove di Gran Prix); ma è ancora dagli under 20 (cadetti e giovani) che vengono i risultati migliori:la Scherma Modica vince per il terzo anno consecutivo il Gran Premio Giovani e Valentina Canicola viene convocata per rappresentare l'Italia ai Campionati del Mondo Cadetti di fioretto femminile a South Bend (USA). Fra i risultati delle altre categorie vanno segnalati due titoli italiani individuali: Allievi Spada Maschile e 2°cat. Spada Maschile. La stagione 99/00 vede la Scherma Modica concludere con un 5° posto assoluto il Gran Premio Italia e risultare tra le prime 11 società d'Italia in tutte le classifiche ( 7° Gran Prix, 5°G.P.Giovanissimi, 1° G.P.Giovani, 11° G.P.Seniores,11° G.P.Assoluti). Nel giugno 2000 la Scherma Modica è costretta dopo ben 16 anni a lasciare le "storiche" sale del Castello e trasferirsi provvisoriamente al PalaRizza in attesa della definitiva sistemazione presso il PALASCHERMA da ricavare nei locali dell'ex consorzio agrario acquisito al patrimonio del Comune di Modica per tale fine.

2000/2001  la stagione agonistica è segnata dall'elezione del Maestro Giorgio Scarso, in seno al Consiglio Federale in qualità di rappresentante dei tecnici, e successivamente alla nomina a Vicepresidente della stessa Federazione Italiana Scherma. Questo è il meritato riconoscimento delle indiscutibili capacità tecniche ed organizzative dimostrate dal fondatore della Scherma Modica, nei diciassette anni di attività. La crescita della società è segnata anche del conseguimento del diploma di Maestro di Scherma dell'istruttore Eugenio Migliore nato e cresciuto schermisticamente nella società modicana. Sotto il profilo agonistico vanno ricordati due titoli italiani nelle categorie giovanissimi fioretto maschile e bambine fioretto. Nel corso dell'anno, visti i rapporti di amicizia e collaborazione con la Federazione di Scherma di El Salvador, la società si è fatta promotrice di una raccolta di fondi a favore di questo paese colpito da una terribile catastrofe naturale. La somma raccolta è stata poi consegnata all'ambasciatore del paese centramericano invitato per l'occasione nella città della contea.

2001/2002 - L'anno inizia con un nuovo "forzato" trasferimento per la sala scherma, in quella che sarà la sede definitiva: l'ex consorzio agrario, all'uopo acquisito dal Comune di Modica. I fatiscenti locali, nel corso dell'anno, saranno, con notevoli sacrifici, ristrutturati e trasformati in una moderna, attrezzata ed accogliente sala scherma. La stagione agonistica, che ha preso l'avvio con il ritiro in Val di Rabbi (Trentino), vede protagonisti gli atleti della categoria del Gran Premio Giovanissimi. Saranno 5 i finalisti ai campionati Italiani nelle diverse categorie; numerose le finali raggiunte nelle prove di Gran Prix; e per la prima volta una stessa atleta (Angela Gugliotta) vinceva il Gran Prix Nazionale sia nella spada che nel fioretto. A livello assoluto da ricordare il terzo posto a squadre ai Campionati Italiani di 3°/4° cat. e la splendida stagione di Alberto Abbate: Vicecampione italiano di categoria e vincitore del torneo internazionale di Pisa, Alberto veniva convocato per rappresentare l'Italia ai Campionati del Mondo Cadetti Spada di Antalya (Turchia). Al termine della stagione mentre l'istruttore Giancarlo Puglisi prendeva il diploma di Maestro (e si completa così lo staff tecnico della società con tre maestri "modicani"); il maestro Eugenio Migliore vinceva il Campionato Italiano Maestri di fioretto e a fine giugno si laureava Campione del Mondo a squadre Maestri di scherma a Bud Wildungen (Germania). I due giovani maestri saranno poi nei mesi estivi impegnati in stage tecnici in Guatemala e El Salvator.

La stagione agonistica 2002/2003  segnata dall'avvio del nuovo regolamento per l'attività agonistica della Federazione Italiana vede la Conad Scherma Modica confermarsi nell'elite del fioretto italiano:con il secondo posto al Campionato Italiano di serie A2 di fioretto maschile conquista la promozione nella MASSIMA SERIE (A1). A livello giovanile ritorna sul podio nella classifica per società grazie ad un Gran Premio Giovanissimi con due medaglie d'argento, due di bronzo e altri cinque finalisti. Durante l'anno nell'ambito degli accordi di cooperazione internazionale della Federazione Italiana Scherma la nostra società ha ospitato per un periodo di allenamento di due mesi 3 atleti salvadoregni ed una schermitrice dominicana; inoltre ha accolto e seguito nella preparazione per gli esami di maestro di scherma (poi brillantemente superati all'accademia di Napoli) un istruttore peruviano. Nell'ambito poi del gemellaggio tra la Provincia di Ragusa e il Dipartimento francese dell'Oise la società ha organizzato gli incontri fra la delegazione francese e gli schermitori modicani.

L'inizio dell'attività del nuovo anno agonistico 2003/2004 coincide con la fine dei lavori di adeguamento (degli spazi esterni e del parcheggio) della struttura che da due anni ormai ospita la Sala Scherma. Il 23 dicembre 2003, data che rimarrà segnata nella storia di questa società sportiva, ha luogo la cerimonia ufficiale di inaugurazione di quello che è oramai a tutti gli effetti il PALASCHERMA della città di Modica. E' questo il coronamento di un sogno inseguito lungo i vent'anni di attività sportiva, e che permetterà di continuare a farlo con serenità e certezza in futuro. Da sottolineare come risultato agonistico principale della stagione la vittoria del titolo italiano nella categoria allieve fioretto femminile, e la presenza in ogni finale di fioretto del Gran Premio Giovanissimi di almeno un alteta modicano. La Conad Scherma Modica nel corso dell'anno ha anche ospitato per 6 mesi un istruttore argentino e seguito nella preparazione tecnica fino al conseguimento del titolo di Maestro di Scherma. Ha inoltre ospitato per un periodo di tre mesi uno schermidore Paraguaiano per un periodo di affinamento tecnico. Al termine della stagione agonistica ha ricevuto il prestigioso riconoscimento "Ragusani nel Mondo", per la prima volta assegnato ad una società sportiva. Tale premio viene assegnato a personalità che si sono distinte nel proprio ambito lavorativo contribuendo ad una positiva diffusione, e quindi promozione, dell'immagine della terra Iblea nel mondo.

Il 26 febbraio 2005 viene eletto alla Presidenza della Federazione Italiana Scherma il Maestro Giorgio Scarso. L’evento che ha caratterizzato la stagione agonistica 2004/2005 della Conad Scherma Modica, e di tutto il movimento sportivo della nostra città, rimarrà negli annali dello sport nazionale: è la prima volta che un tecnico viene eletto alla presidenza di una federazione nazionale. Dopo quattro anni di lavoro alla Vicepresidenza, e soprattutto dopo 21 anni alla guida della Conad Scherma Modica, il mondo schermistico italiano ha riposto la sua totale fiducia alle dimostrate capacità organizzative-gestionali e politico-sportive del M° Scarso, con un’elezione plebiscitaria dello stesso e di tutti i consiglieri componenti la sua squadra.  L’attività sportiva della sala scherma comincia a settembre con il ritorno a Madonna di Campiglio per un ritiro di preparazione atletica in vista della stagione agonistica; i cui risultati più significativi sono stati la conquista dei titoli italiani Maschietti Fioretto Maschile e Maestri Spada Maschile. La Conad Scherma Modica ha vinto inoltre il “Trofeo Pavesi” di Vicenza ed il “Trofeo Amendola” di Salerno (come società prima classificata nella prova nazionale del torneo under14 di fioretto). Nel corso dell’anno mentre Giorgio Giannone viene eletto in seno al Comitato Regionale della FIS, altri due giovani schermidori modicani, diventano Istruttori Regionali di Scherma, ponendo le basi per uno staff che affiancherà i Maestri nella promozione sportiva.

A settembre del 2005 la città di Modica vive una settimana di "La Grande Scherma". E' questo il nome della manifestazione fortemente voluta dalla Conad, sponsor ufficiale, e organizzata dalla Scherma Modica in collaborazione con la Federazione Italiana e la confederazione del Mediterraneo; e che ha visto per 8 giorni la nazionale italiana under 20 di fioretto maschile in allenamento al Palazzetto dello Sport assieme alle nazionali under 20 di Malta, Croazia, Turchia, Giordania. In contemporanea agli allenamenti a Modica si sono svolti la riunione del consiglio direttivo della confederazione del Mediterraneo e un congresso sul futuro dei giovani e dello sport nei paesi del mediterraneo. La serata conclusiva vedeva la squadra medaglia d'oro alle olimpiadi di fioretto maschile (Sanzo,Vanni,Cassarà) impegnata davanti un foltissimo pubblico in un incontro-esibizione con una selezione di "azzurrini" nel suggestivo scenario della scalinata della monumentale chiesa barocca di S.Giorgio.
La stagione agonistica ha visto per la scherma modica ben due finalisti ai campionati italiani cadetti fioretto maschile e due finalisti ai campionati italiani allievi di fioretto maschile, consolidando la tradizione del fioretto modicano. Da evidenziare l'ottima stagione di Giorgio Avola: a novembre 2°classificato alla I prova giovani,a gennaio vincitore della medaglia d'oro a squadre e della medaglia di bronzo individuale ai Campionati del Mediterraneo under18 di Tunisi, a marzo medaglia d'argento ai Campionati italiani Cadetti e ad aprile convocato ai Campionati del Mondo Cadetti a Taebak City (Corea del Sud). Un altro modicano convocato per Campionati del Mondo, quelli maestri ad agosto a Bruxelles, Eugenio Migliore. Quest'ultimo in virtù del titolo italiano nel fioretto, del secondo posto nella sciabola e del quinto nella spada ai campionati italiani maestri a monza nel mese di giugno, viene selezionato per partecipare in tutte e tre le armi e concorrere così anche alla combinata. Exploit di quest'ultimo in terra belga, dove vince ben 4 medaglie d'oro (sciabola a squadre, fioretto individuale, fioretto a squadre e combinata) ed 1 medaglia di bronzo (spada a squadre).

La stagione agonistica 2006/2007 si apre con il rinnovo degli organi sociali della Conad Scherma Modica. Viene riconfermato  nella carica di presidente della società l' Ing Giovanni Savarino.
Nel mese di Gennaio Giorgio Avola convocato per i Campionati del Mediterraneo under18, svoltisi nella vicina Siracusa, sale sul gradino più alto del podio (incitato dal tifo dei compagni di sala accorsi per
sostenerlo) nella gara individuale di fioretto maschile, conquistando quella medaglia d'oro che era sfuggita di un soffio l' anno prima nell'edizione di Tunisi degli stessi Campionati. Il giorno successivo ancora una medaglia, quella d'argento nella competizione a squadre. Il giovane fiorettista modicano corona una grande stagione (dopo il podio alla prima prova giovani e le finali nella seconda prova e nel Campionato Italiano), nel mese di marzo con la sua prima finale in una gara di coppa del mondo under 20 con il 7° posto a Viana (Portogallo).
Gli altri risultati agonistici di maggiore evidenza sono la finale sia fra gli under 17 che fra gli under 20 di Angela Gugliotta ai Campionati Italiani Cadetti e Giovani di Foligno, e la vittoria in una tappa delle prove nazionali under14 nelle bambine fioretto.

L’anno sociale 2007/2008 della Conad Scherma Modica si apre con una innovativa operazione di marketing, l’acquisizione di un “title sponsor” per il Pala Scherma. Grazie alla collaborazione e disponibilità del Comune di Modica e di uno degli imprenditori sponsor storico della società, la sala scherma assume da questa stagione la denominazione  “PALAMOAK – Sala Scherma Comunale”. I risultati agonistici vedono per la prima volta un atleta modicano vincere una tappa del circuito di coppa del mondo under20, Giorgio Avola nel mese di febbraio a Moedling (Austria). Eccezionale poi il ritorno in serie A1 della squadra del fioretto maschile, e contemporaneamente la promozione in serie A2 della spada maschile. Atleti modicani vincono pure il titolo italiano nella categoria giovanissimi spada, e master cat. 0 fioretto maschile. La scherma modica ha inoltre ospitato in allenamento una delegazione di atleti argentini in preparazione del campionato del mondo junior, che si è svolto nella vicina Acireale nell’aprile 2008.

La stagione 2008/2009  si apre con la rielezione del Maestro Giorgio Scarso alla presidenza della Federazione Italiana Scherma (FIS) e la successiva elezione come vice-presidente in seno alla Federazione Internazionale (FIE). La stagione agonistica della Conad Scherma Modica è nel segno di Giorgio Avola, il quale a livello nazionale centra ben 6 podi, chiudendo al primo posto nel ranking giovani e il sesto nel ranking assoluto. A livello internazionale  con due podi in gare di Coppa del Mondo (Londra e Bratislava) e la vittoria nella tappa di Aix an Provance, guadagna un posto in nazionale e la conseguente medaglia di bronzo a squadre agli Europei Juniores di Amsterdam e soprattutto la vittoria ai Mondiali Giovani a Squadre a Belfast. Va sottolineata inoltre la prestazione della squadra di fioretto maschile, composta da soli cadetti, che con una grande prova riesce a mantenere la serie A1.

 

Nell’autunno 2009 la Scherma Modica compie 25 anni di attività, e la stagione 2009/2010 comincia proprio con i festeggiamenti che coinvolgono tutta la città. Tra le tante iniziative uno “Scherma Tour” in tutti i quartieri e una grande serata finale a Teatro Garibaldi; dove è stato presentato “Capitan Castello” la prima mascotte della Scherma Modica, e conclusasi con l’immancabile torta e lo spegnimento delle 25 candeline da parte di tutti gli atleti. La società ha anche organizzato nel mese di ottobre il primo workshop dedicato alle aziende sponsor e partner; occasione per ringraziare e festeggiare insieme, oltre che per elaborare nuove strategie di crescita dei brand associati alla Scherma Modica.

Il regalo migliore per il venticinquesimo anniversario di attività non poteva che venire dalla pedana, e in particolare dall’atleta più rappresentativo: il 2010 ha visto il debutto di Giorgio Avola nel circuito di Coppa del Mondo Assoluta; e con una incredibile serie di risultati (2° a Bonn, 7° Sharm el Sheik, 6° Shangai, 3° a Havana, 13° a Copenaghen, 12° a Tokio) e la VITTORIA AL CAMPIONATO EUROPEO UNDER 23 di fioretto maschile a DANZICA nel mese di aprile, si è guadagnato un posto in nazionale per gli EUROPEI ASSOLUTI di LIPSIA del mese di luglio, dove ha poi conquistato la MEDAGLIA D’ORO A SQUADRE. Soddisfazioni agonistiche anche dagli under 14 nei rispettivi Campionati Italiani, con un bronzo negli allievi spada ed un finalista nei ragazzi spada.
Nell’ ambito delle iniziative del  Progetto Sicilia Scherma, che culminerà con l’organizzazione dei Mondiali Assoluti a Catania nel 2011, la Scherma Modica ha ospitato in stage di allenamento delegazioni di fiorettisti della Malesia e di spadisti del Costarica. Inoltre nel mese di giugno sono stati organizzati a Modica il Trofeo IBN HAMDIS preceduto da una settimana di allenamento, a cui hanno partecipato oltre 60 atleti under18 provenienti da Italia, Libano, Giordania e Croazia; e l’allenamento pre-euroopeo delle nazionali assolute di fioretto maschile e femminile.

 

L’ inizio della stagione agonistica 2010/2011 vede un appendice della stagione precedente, il Campionato del Mondo  Assoluto 2010 di Parigi a novembre.  Altro storico momento della scherma modicana, con il debutto di un suo atleta ad un mondiale assoluto. Giorgio Avola  grazie ai risultati nel circuito di coppa della sua prima stagione fra gli assoluti, dopo l’europeo di Lipsia guadagna la convocazione anche alla prova individuale del mondiale parigino. Nella massima competizione mondiale, il nostro fiorettista con un 9° posto conclude la sua gara ad un passo dalla finale ad 8 e come il migliore degli italiani nel fioretto maschile individuale, capitalizzando grande esperienza per il prossimo futuro agonistico. Viene inserito fra gli atleti del  Club Olimpico. L’ esperienza “ mondiale” la capitalizzerà prestissimo con un eccezionale 2° posto all’avvio della nuova stagione di coppa del mondo  proprio a Parigi nel gennaio 2011, e con le finali raggiunte nelle prove di coppa di Venezia e San Pietroburgo. Diventa inoltre titolare nelle gare a squadre, vincendo 4 delle 5 tappe di coppa assieme ai compagni. La convocazione per gli europei assoluti  di Sheffield nel mese di luglio diventa una formalità, ed in terra inglese Giorgio fa l’exploit vincendo la gara, è CAMPIONE EUROPEO ASSOLUTO INDIVIDUALE e a  SQUADRE di fioretto maschile, bissando assieme ai compagni l’oro dell’anno precedente. La stagione agonistica per la Scherma Modica, che vede  necessariamente  monopolizzata l’attenzione sui risultati internazionali di Giorgio Avola, ha al suo attivo anche due medaglie d’argento (assoluti con lo stesso Avola e giovanissimi FM) ai campionati italiani, oltre ad un bronzo ed un finalista. Inoltre numerose le finali sia di fioretto che di spada nelle tappe del circuito under 14. Nel mese di agosto il M° Migliore viene convocato nello staff tecnico  alle Universiadi di Shenzen. La società modicana ha inoltre organizzato per il secondo anno consecutivo il ritiro pre-europeo per le nazionali maschili e femminili di fioretto.

 

Il 2011 è l’anno dei MONDIALI ASSOLUTI organizzati a CATANIA in ottobre, e si comincia con i lavori di restyling del PalaMoak ,  chiamato ad ospitare gli allenamenti pre-mondiali della nazionale assoluta di fioretto maschile e femminile. La Scherma Modica ai Mondiali di Catania è presente in diversi ambiti organizzativi, dagli istruttori del Fencing Lab, ai tecnici delle armi, e su tutti Giorgio Giannone consigliere della società, vice presidente del Comitato Regionale e componente del Comitato Organizzatore. A Catania è ovviamente presente in pedana anche il neo Campione Europeo in carica Giorgio Avola, che conferma tutto il suo valore con un’ottima MEDAGLIA di BRONZO in uno storico podio colorato tutto d’azzurro, scrivendo un’altra indelebile storica pagina  dello sport modicano. Ma ai Mondiali di Catania la Scherma Modica è stata presente con un altro suo giovanissimo atleta di fioretto, Klevis Imeraj , che ha rappresentato l’Albania in quello che è stato il debutto assoluto per la storia di quel paese in una competizione internazionale di scherma. Appena chiusa l’appendice della stagione precedente con i mondiali in Sicilia, si riparte per il nuovo anno con l’inserimento del M° Migliore nello staff della nazionale assoluta di fioretto. Il 2012 è l’anno delle Olimpiadi, e la stagione pre-olimpica di Giorgio Avola in coppa del Mondo si chiuderà con 3 secondi posti (Seoul – San Pietroburgo – Havana), e a Legnano nel giugno 2012 conquista il terzo ORO consecutivo a SQUADRE agli EUROPEI di fioretto maschile. A fine stagione arriva la notizia più attesa dei 28 anni di attività della nostra società, un modicano è stato convocato alle OLIMPIADI. Giorgio Avola scelto per la gara a squadre scende in pedana assieme ai suoi compagni di squadra all’ EXEL di LONDON2012 il 5 agosto, e con una memorabile prestazione i fiorettisti italiani  vincono in finale con il Giappone un’eccezionale MEDAGLIA d’ORO. Giorgio Avola e la Scherma Modica, il primo atleta e la prima società sportiva della provincia di Ragusa a vincere una medaglia olimpica, entrano di diritto nell’olimpo dello sport mondiale. La stagione agonistica 2011/2012 vede anche ritornare in Seria A2 la squadra di fioretto femminile, e soprattutto in serie A1 quella di fioretto maschile. Nel corso del 2012 la Scherma Modica è impegnata in una campagna di sensibilizzazione in collaborazione con l’AVIS alla donazione del sangue e ad un corretto mantenimento di stile di vita attraverso l’attività sportiva.

Con la nuova stagione 2012-2013 giunge alla Scherma Modica il riconoscimento da parte del Comitato Olimpico Italiano della Stella di Bronzo al Merito Sportivo.

Il 2012 termina con la rielezione del Maestro Giorgio Scarso come Presidente, per la terza volta consecutiva, della Federazione Italiana Scherma, nonché come Vicepresidente della Federazione Internazionale (FIE). In seguito è eletto nella giunta del CONI, in seno al quale è anche nominato Vicepresidente vicario.
Il Maestro Eugenio Migliore, riconfermato dal neo CT di fioretto Andrea Cipressa nello staff della nazionale assoluta, è insignito della “Maschera d’onore” onorificenza riservata ai Maestri e rilasciata dalla FIS.

Per il campione olimpico Giorgio Avola la stagione di Coppa del Mondo si conclude con tre podi (3° a Parigi, 3° a Bonn e 2° a L’Avana), ed è medaglia di bronzo ai Campionati Italiani Assoluti di Trieste. Nel giugno 2013 partecipa ai Giochi del Mediterraneo a Mersin (TUR), dove conquista la medaglia d’ORO individuale. Chiude la stagione ad agosto a Budapest, dove al suo terzo Mondiale Assoluto ottiene il suo primo ORO a Squadre.

Gli under 14 della Scherma Modica si distinguono inoltre in diverse competizioni sia a livello nazionale che regionale, fra tutte spicca la prova di Carolina Cavallo e Massimo Arezzo nel fioretto, dove conquistano la prima finale in una competizione internazionale riservata agli under 14, il “I Trofeo Mangiarotti” svoltasi a Bolzano.

Il 2013 è stato anche l’anno in cui il Presidente uscente Savarino in carica dal 1998, lascia spazio alla neoeletta Maria Monisteri Caschetto, che diventa la prima donna alla guida della Conad Scherma Modica. Vengono inoltre insigniti nella carica di Soci Onorari il Comune di Modica e la Conad Sicilia, riconoscimento dovuto per l’impegno e la dedizione con cui si sono prodigati seppur in vesti diverse nella crescita della società schermistica modicana nel corso degli anni.

La Scherma Modica si avvia al compimento del 30°anno di attività, e l’anno sociale 2013/2014 vedrà una serie di manifestazioni di avvicinamento ai festeggiamenti che culmineranno nell’autunno del 2014. Proprio  in questo ambito vengono organizzati a Modica una seduta del Consiglio Federale FIS e il ritiro pre-Europeo della nazionale assoluta di fioretto. L’organizzazione è resa possibile a seguito della firma del protocollo di intesa denominato “FIS City Partner” tra il Comune di Modica e la Federazione Italiana Scherma.

La stagione vede pure l’avvio sperimentale di corsi di scherma nelle istituende sedi decentrate della Scherma Modica, nei vicini comuni di Ispica e Pozzallo. Altra novità è la scelta di Valentina Cipriani atleta laziale di interesse nazionale della squadra di fioretto femminile (medaglia di bronzo individuale agli Europei Assoluti), in forza all’Aereonautica Militare, di essere seguita dal M° Migliore e iniziare un percorso che la vedrà diverse volte durante l’anno presente in sala scherma a Modica per gli allenamenti. Scelta che si rivelerà felice perché a febbraio a Budapest vincerà la sua prima gara di Coppa del Mondo Assoluta. Sempre a febbraio ai Campionati del Mediterraneo under18 a Chiavari, l’atleta Klejvis Imeraj, cresciuto schermisticamente nel sodalizio modicano, con la maglia della nazionale albanese ottiene uno storico 6° posto per il suo paese nella gara di fioretto maschile. A giugno, ai Campionati Italiani Assoluti di Acireale accanto alla medaglia d’argento per Giorgio Avola nella gara di fioretto maschile, per la Scherma Modica altra prestigiosa medaglia d’argento. Alla prima edizione ufficiale dei Campionati Italiani Paraolimpici Assoluti per non vedenti Antonio Carnazza sale sul secondo gradino del podio. Questa prima edizione dei Campionati Italiani di scherma per non vedenti è il culmine di un percorso per una disciplina sviluppata e codificata a cura del Maestro Giancarlo Puglisi negli ultimi anni proprio sulle pedane della Scherma Modica. La stagione agonistica si chiude con l’ARGENTO europeo assoluto a squadre a Strasburgo e il BRONZO mondiale assoluto sempre a squadre a Kazan per il “conte” Giorgio Avola.

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 09 Aprile 2015 17:56  

Destina il 5x1000 alla Scherma Modica

C.F: 90002530880


  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali
  • Partner commerciali